UFFICIO NAZIONALE PER L'EDUCAZIONE, LA SCUOLA E L'UNIVERSITÀ
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Insegnare è aiutare ogni persona a crescere

L’intervento del prof. Pierpaolo Triani dell’Università Cattolica all’incontro su come affrontare i cambiamenti in atto “nella scuola di oggi”
11 Marzo 2021

Cosa ci sta insegnando questo tempo sulla scuola e come affrontare i cambiamenti in atto. Sono i temi affrontati dal prof. Pierpaolo Triani, docente di pedagogia generale in occasione dell’incontro su “Nella scuola di oggi”, tenutosi il 10 marzo 2021 in videoconferenza.

L’appuntamento ha inaugurato il ciclo di appuntamenti sui temi del sussidio “Educare, infinito presente”, proposti dall’Ufficio Nazionale per l’educazione, la scuola e l’università e il Servizio nazionale per l’insegnamento della religione cattolica della CEI.

Nel suo intervento, il prof. Triani ha richiamato alcune dinamiche di medio-lungo periodo, come le attese sempre più rilevanti delle famiglie e la perdita progressiva, da parte della scuola, del monopolio della trasmissione del sapere. Assistiamo inoltre a una scuola che ha ampliato i suoi ‘tempi’, ma che rischia di ‘scolarizzare’ ogni momento. Non solo: si punta molto sullo sviluppo delle ‘competenze’, ma con un impianto curricolare, organizzativo e didattico ancora molto rigido. Quella di oggi è “una scuola capace di essere per tutti, ma che fatica ad essere per ciascuno”.

Per affrontare i cambiamenti – ha proseguito il docente – occorre che la scuola acquisisca la consapevolezza di essere strumento a servizio del diritto di ogni persona all’educazione. Lo scopo della scuola, infatti, “è quello di essere agente di promozione della formazione integrale della persona, perché possa agire con libertà e responsabilità (e quindi con quadro sufficiente di competenze) nell’attuale contesto sociale”. Da qui, la necessità di una scuola personalizzante, didatticamente plurale e basata su una comunità professionale orientata alla collaborazione, “consapevole che insegnare non è parlare davanti a qualcuno ma mettere ciascuno nelle condizioni di imparare e accompagnarlo nel percorso”.

In allegato le slide dell’intervento del prof. Pierpaolo Triani.

Di seguito il video della relazione.