UFFICIO NAZIONALE PER L'EDUCAZIONE, LA SCUOLA E L'UNIVERSITÀ
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

Fare scuola dopo l’emergenza, un incontro a Palermo

Nella sede della Lumsa è stato presentato il Rapporto 2021 sulla scuola cattolica in Italia, tra l’emergere di divari e la necessità di alleanze
29 Novembre 2021

Il Dipartimento di Giurisprudenza – Palermo dell’Università LUMSA e il Centro Studi per la Scuola Cattolica della Conferenza Episcopale Italiana hanno organizzato un evento di Presentazione in Sicilia di Fare scuola dopo l’emergenza, ventitreesimo Rapporto sulla scuola cattolica in Italia, volume a cura della CEI dato alle stampe da Scholè (Brescia, 2021).

L’incontro tenuto presso l’Aula Magna della sede LUMSA di Palermo, in via Filippo Parlatore 65, ha visto la partecipazione in presenza e in collegamento online di alcuni degli autori del Rapporto. Dopo i saluti iniziali del prof. Gabriele Carapezza Figlia, Direttore del Dipartimento di Giurisprudenza - Palermo è stata presentata la Relazione introduttiva da Mons. Michele Pennisi, Vescovo di Monreale e una riflessione su Il significato di un rapporto annuale sulla scuola cattolica in Italia e il suo riflesso sulla scuola siciliana.

Sono intervenuti: Prof. Sergio Cicatelli (Coordinatore scientifico del Centro Studi per la Scuola Cattolica): “Il sistema scolastico alla prova della pandemia: l’emergere dei divari, la necessità delle alleanze”. Prof. Giorgio Chiosso (già ordinario di Storia della pedagogia dell’Università di Torino): “Ciò che è essenziale per la scuola durante le emergenze”. Prof. Annamaria Poggi (ordinario di Istituzioni di diritto pubblico dell’Università di Torino): “Un nuovo modello organizzativo per la scuola post COVID-19”. Prof. Dario Nicoli (Docente a contratto di Sociologia economica e dell’organizzazione dell’Università Cattolica di Brescia): “Come ha influito la pandemia sull’autonomia delle istituzioni scolastiche”. Prof. Guglielmo Malizia (emerito di Sociologia dell’educazione dell’Università Pontificia Salesiana di Roma): “Le scuole cattoliche e le sfide del COVID-19: una ricerca sul campo”. Prof. Virginia Kaladich (Presidente nazionale della FIDAE)”: “Dalle scuole cattoliche un modello di riferimento per tutte le scuole nell’emergenza”. Prof. Nicola Filippone (Dirigente dell’Istituto Salesiano Don Bosco di Palermo): “Dirigere una scuola in Sicilia durante la pandemia”. Giuseppe Zanniello (già professore ordinario di Didattica e Pedagogia speciale dell’Università di Palermo): “Buone pratiche organizzative e didattiche in tempo di COVID-19”. Le conclusioni sono state affidate al prof. Roberto Lagalla, Assessore all’Istruzione e alla Formazione professionale della Regione Siciliana.

Il XXIII Rapporto annuale del Centro Studi per la Scuola Cattolica è un invito a riprendere le attività scolastiche facendo tesoro di quel che ha significato la lunga emergenza sanitaria da Covid-19. La prima delle tre parti in cui il Rapporto è suddiviso inquadra la situazione vissuta in questi mesi in una prospettiva di rilancio del sistema scuola. Nella seconda parte i dati di una ricerca sul campo basata sulle testimonianze di coordinatori educativi e didattici delle scuole cattoliche prefigurano un possibile scenario futuro di ripresa. La terza parte include le best practices, le vie che gli insegnanti hanno trovato per dare un servizio educativo agli alunni spesso reinventando positivamente la propria professionalità.