UFFICIO NAZIONALE PER L'EDUCAZIONE, LA SCUOLA E L'UNIVERSITÀ
DELLA CONFERENZA EPISCOPALE ITALIANA

L’esperienza religiosa

Il volume è l’esito di una ricerca empirica sulla religiosità
5 giugno 2017

Maria Teresa Moscato, Michele Caputo, Rosino Gabbiadini, Giorgia Pinelli, Andrea Porcarelli

L’esperienza religiosa. Linguaggi, educazione, vissuti

Franco Angeli 2017

Pagine 370

€ 38,00

Con questo volume si dà conto di una ricerca esplorativa che si fa apprezzare per l'originalità del tema e per il coraggio con cui i ricercatori si sono avventurati entro il territorio, assai poco frequentato, dell'esperienza religiosa, considerata nella sua genesi e nei suoi vissuti e linguaggi.

I dati presentati sono stati ricavati da un ampio questionario, somministrato fra il 2013 e il 2014 a circa tremila persone sul territorio nazionale. Senza pretesa di una rigorosa rappresentatività, data la sua natura esplorativa, la ricerca offre però una straordinaria ricchezza di spunti e di stimoli per nuovi percorsi di indagine, come pure per molte riflessioni sulle prassi educative, particolarmente cruciali nel momento in cui la società si fa sempre più multi-religiosa e non soltanto laica (S. Cicatelli).

Un elemento di valore della ricerca è dato dalla serietà metodologica con cui è stata condotta, serietà che ha avuto una tappa importante nel seminario di valutazione del settembre 2015. "Si tratta di una prassi poco consueta e di un modello di ricerca che deve divenire normale e che non può non essere apprezzato. Il questionario somministrato costituisce inoltre uno strumento nuovo, ideato e formulato direttamente in lingua italiana, e destinato ad una popolazione specifica in realtà poco studiata (per nulla in ambito pedagogico) ... L'utilizzo o il riadattamento di strumenti concepiti in altre lingue (in genere l'inglese) determinano infatti processi di impoverimento e di omologazione linguistica", potenzialmente dannosi "alla comprensione di fenomeni complessi e sofisticati come quelli dell'intimità umana" (M. Fiorucci).

Sviluppata nel tempo lungo e preceduta da un laborioso studio preparatorio, "in un clima di dialogo e di confronto anche multidisciplinare, di ipotesi e di documentazione del proprio fare che può essere ritenuto esemplare", questa ricerca appare "un'impresa caratterizzata da una tenacia coraggiosa, intelligente, proficua per la nostra cultura pedagogica". Anche nei suoi sviluppi ulteriori, ne risulterà "un lavoro inestimabile, da proporre a pedagogisti religiosi e non, a insegnanti, genitori, non solo credenti, ma anche agnostici, perché ne sappiano un po' di più di come si è diventati e si diventa religiosi in una fede che nella nostra società ha una tradizione e un presente memorabili" (E. Becchi).

Contributi critici e interventi di: Egle Becchi, Claudio Belloni, Antonio Bellingreri, Lorenzo Cantoni, Sergio Cicatelli, Michele Corsi, Paola Dal Toso, Giovanni Filoramo, Massimiliano Fiorucci, Marco Tibaldi, Simonetta Ulivieri.